press-goup | The Digital Press Office
 

48 ore a… Morbegno

Una piccola cittadina attraversata dal fiume Adda che custodisce palazzi storici di rara bellezza, antichi monumenti e attrazioni pensate per gli amanti delle attivitŕ outdoor. Morbegno č un gioiello della bassa Valtellina che, soprattutto durante la stagione autunnale, si anima grazie al ricco palinsesto di eventi enogastronomici in programma.



Morbegno è uno dei centri abitati più rinomati della bassa Valtellina e, con l’arrivo della stagione autunnale, diventa un vero e proprio centro di aggregazione grazie ai numerosi eventi che ospita. Dalla Mostra del Bitto a Morbegno in Cantina, i turisti potranno scoprire il meglio dell’offerta enogastronomica valtellinese; inoltre, i diversi palazzi storici, monumenti ed escursioni in mezzo alla natura permettono di conoscere meglio la valle e diventano un valido motivo per una fuga di fine estate tra le Alpi lombarde.

Palazzi, chiese e molto altro: un tour culturale tra le vie di Morbegno
Palazzo Malacrida è un vero e proprio gioiello di Morbegno ed è il punto di partenza perfetto per l’inizio di un tour culturale. Si tratta di un palazzo rococò del Settecento che si trova a Scimicà, la contrada situata nella zona alta della cittadina da cui si gode di una veduta panoramica su tutta la bassa Valtellina. Se l’esterno del palazzo è molto semplice e passa quasi inosservato, l’interno è d’impatto: le sale, infatti, sono di grande pregio e presentano affreschi di importanti artisti come Giampietro Romegialli, Cesare Ligari e Giuseppe Coduri che lasceranno i turisti senza fiato. Non lontano da Palazzo Malacrida si trova il Museo Civico di Storia Naturale, situato all’interno di Palazzo Gualtironi che rappresenta la meta perfetta per tutti gli amanti di minerali, fossili e ambienti naturali. Si prosegue poi attraversando il centro storico tra portali barocchi, balconi realizzati in ferro battuto e antiche botteghe dove poter acquistare i prodotti tipici; si raggiunge poi la Collegiata di San Giovanni Battista, una chiesa di fine Settecento. Al suo interno si possono ammirare opere d’arte ben conservate oltre a un ciclo di affreschi di Pietro Ligari, considerato il più famoso artista valtellinese del periodo. Uscendo dal centro storico si incontra il Santuario della Beata Vergine Assunta, una chiesa posizionata in una zona verde e tranquilla che custodisce al suo interno una splendida ancona lignea del Cinquecento che incornicia l’immagine di una Madonna con Bambino. Punti di interesse che diventano un vero e proprio must per tutti gli amanti della cultura e della storia. Ultimo, ma non per importanza, il Ponte di Ganda, considerato uno dei simboli di Morbegno. La costruzione del ponte risale al 1778 e ricoprì un ruolo fondamentale per il collegamento tra i due versanti della valle. 

Tra sport ed emozioni intense sospesi tra le nuvole
Morbegno è attraversata dal Sentiero Valtellina, un percorso ciclabile di circa 114km che parte da Colico e arriva fino a Bormio. Grazie ai diversi punti noleggio presenti nel territorio, gli appassionati di sport potranno noleggiare le e-bike e partire alla scoperta della valle tra fitti boschi e aree attrezzate per delle soste golose, il tutto sempre accompagnati dal fiume Adda che scorre parallelo al Sentiero. Le e-bike sono perfette per qualsiasi tipo di preparazione in quanto permettono, anche a chi non ha una particolare preparazione fisica, di godersi la montagna e i suoi panorami alpini. 
Per gli amanti dei trekking c’è la Via Priula, l’antica mulattiera che dal 1952 collegava Morbegno con Bergamo e Venezia attraverso il Passo San Marco, rendendo così la cittadina valtellinese un punto nevralgico per gli scambi commerciali con il Nord Italia e la Svizzera. La Valgerola e la Val Masino sono altre due valli non lontano da Morbegno particolarmente indicate per gli amanti della natura e delle camminate in montagna. La prima presenta diversi itinerari adatti a tutti i tipi di escursionisti, mentre la Val Masino è rinomata per i suoi paesaggi fiabeschi perfetti per essere scoperti da grandi e piccini.
Chi, invece, desidera unire trekking ed esperienze alternative può recarsi in Val Tartano, una valle laterale situata sul versante orobico molto selvaggia ma, proprio per questo, autentica e sincera. Qui, a Campo Tartano, si trova il Ponte nel Cielo, un ponte tibetano sospeso che unisce il paese di Campo Tartano con Frasnino e da cui si gode di una vista panoramica sull’intera vallata fino al lago di Como. 

La tradizione enogastronomica tra botteghe di artigiani ed eventi in programma 
La bottega dei Fratelli Ciapponi è una vera e propria istituzione a Morbegno e non esiste tour a Morbegno che non abbia come tappa i Fratelli Ciapponi. Si tratta di una bottega storica aperta dal lontano 1883 che custodisce al suo interno, oltre alle numerose prelibatezze e materie prime valtellinesi, una cantina con vini di prestigiose annate e una cantina di stagionatura di forme di formaggi, tra cui i due più rinomati della Valtellina, il Valtellina Casera e il Bitto. Una volta all’interno a questo piccolo mondo incantato, il desiderio di acquistare tutti i prodotti esposti e portare a casa un dolce pensiero si fa, scaffale dopo scaffale, sempre più forte. 
L’autunno è una stagione molto importante per Morbegno: la cittadina, infatti, si anima ospitando tra le vie del paese e nei paesini tutt’attorno manifestazioni di carattere enogastronomico. Tra le più importanti c’è Morbegno in Cantina, l’appuntamento per gli amanti del buon vino in programma il 30 settembre e il 1° ottobre, il 7 e l’8 ottobre e il 14 e il 15 ottobre. All’interno delle cantine della cittadina sono previste degustazioni di vino e prodotti tipici valtellinesi per offrire ai partecipanti la possibilità di assaporare e toccare con mano la tradizione enogastronomica locale. La Mostra del Bitto, invece, è una manifestazione giunta ormai alla sua 116° edizione. Si tratta di due giornate, il 14 e il 15 ottobre, interamente dedicate a uno dei due formaggi principe di questa valle. Produttori provenienti da tutta la provincia di Sondrio espongono le migliori forme di formaggio per permettere ad abitanti e turisti di degustare il frutto di mesi di duro lavoro in alpeggio. 


Comunicato stampa del 01-09-2023

TAG
Valtellina Turismo, Ente del Turismo, Morbegno, Palazzo Malacrida, weekend in Valtellina, weekend in montagna, Mostra del Bitto, Morbegno in Cantina, Ponte nel Cielo