press-goup | The Digital Press Office
 

COVID-19, LIVIGNO PROTETTA: IN STRADA POLIZIA E STUDENTI PER IL PROGETTO "ON THE ROAD"

Nei loro panni fino al 30 agosto 2020. Sul campo, anche per contrastare incidenti sulla strada e in montagna, insieme ad altre Forze dell'Ordine. L'iniziativa promossa dal Comune e dall'associazione socio educativa di Bergamo: la provincia piý colpita dalla pandemia.



Livigno, montagna sicura che diverte ed educa. E che previene, anche il contagio. In campo, insieme alla Polizia Locale, e ad altre Forze dell'Ordine, una quindicina di studenti impegnati nel progetto "On The Road", unico nel suo genere in Italia. L'iniziativa, collaudata lo scorso inverno e promossa dall'associazione Ragazzi On The Road di Bergamo, è fortemente voluta dal Comune di Livigno e fino al 30 agosto coinvolge i giovani abitanti della nota località turistica in una serie di esperienze educative.

<<L'amministrazione crede molto in questo progetto perché crea vicinanza tra i ragazzi e le istituzioni, e consente loro di capire il lavoro delle persone che operano per raggiungere obiettivi importanti per la comunità. Così come avvenuto, con successo, nel corso dell'edizione invernale>> dichiara Romina Galli, Assessore alle Politiche Sociali dell'Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Damiano Bormolini, il quale, è intervenuto nel corso della giornata formativa dei #ragazziontheroad per fare un augurio ai giovani partecipanti: <<Il mio augurio è che facciate un'esperienza positiva e che la trasmettiate ai vostri amici, per far capire quali sono le necessità del territorio e gli impegni delle varie organizzazioni e magari in futuro scegliere di intraprendere questa strada lavorativa e di servizio alla collettività>>. 

Una scommessa in un periodo difficile che ha segnato tutti, segno di ripartenza e di speranza. Con tutte le precauzioni necessarie gli studenti hanno la possibilità di entrare in prima persona nel meccanismo della gestione emergenze attraverso una "prova di realtà". Con un unico duplice grande obiettivo: preservare vite rendendo i giovani più consapevoli dei rischi della strada e non solo, tra cui anche il Covid-19. Importante per la realizzazione di "Summer On The Road", sostenuta dal Comune di Livigno e dalla Polizia Locale, anche l'apporto del CiAGi, Centro di Aggregazione Giovanile Centroanch'io, Cooperativa sociale Líimpronta.

Il progetto "On The Road", nasce 13 anni fa in Valle Seriana, nella bergamasca, e nel tempo si è espanso in Lombardia, tra scuole e Univerisità, anche nelle province di Milano e Brescia e dallíinizio dellíanno anche in quella di Sondrio. "Summer On The Road", così come la precedente edizione Winter tenutasi a Livigno a cavallo tra dicembre e gennaio 2020, è un'evoluzione del suddetto progetto, che da sempre pone al centro i più giovani per dar loro la possibilità di toccare con mano la realtà dell'emergenza e del soccorso.

Gli studenti, residenti nel Comune di Livigno e supportati dallo staff dell'associazione e dal pedagogista ed educatore del Centro di Aggregazione Giovanile di Livigno (CiAGì) Centroanchíio, hanno la possibilità di stare al fianco degli agenti del Comando di Polizia Locale di Livigno, dellíAssociazione Nazionale Carabinieri Cinofili, di comprendere l'importanza degli operatori di soccorso, grazie ai volontari dei Vigili del Fuoco del distaccamento Livigno, del Soccorso Alpino, e i soccorritori degli impianti sciistici Carosello 3000 e Mottolino Fun Mountain. Gli over 18 hanno anche l'opportunità di affiancare gli agenti della Guardia di Finanza in servizio al Passo Foscagno, per capire la complessità che ricopre il controllo doganale grazie anche alla collaborazione dell'Agenzia delle Dogane di Tirano S. o. T. di Passo del Foscagno. Non solo: i partecipanti hanno anche la possibilità di affiancare "In un giorno da" il sindaco Damiano Bormolini, il vicesindaco Remo Galli e líassessore Romina Galli per comprendere il loro servizio e la peculiarità della loro missione.

Soddisfatto Alessandro Invernici, giornalista e creatore del format educativo insieme all'agente Giuseppe Fuschino, e vicepresidente dell'associazione Ragazzi On The Road di Bergamo presieduta da Egidio Provenzi. Per sottolineare il simbolico ponte e la vicinanza con Bergamo - la provincia più colpita dalla pandemia, con oltre 7.000 vittime - ha fatto visita ai #ragazziontheroad impegnati a Livigno anche il procuratore aggiunto di Bergamo, Maria Cristina Rota, titolare proprio dell'inchiesta bergamasca sul Covid-19.

Aderiscono al progetto "Summer On The Road 2020": Comando di Polizia Locale di Livigno, Guardia di Finanza Tenenza Passo Foscagno - Agenzia Dogane Monopoli, Vigili del Fuoco distaccamento Livigno, Associazione Nazionale Carabinieri Cinofili, Soccorso Alpino di Livigno, Sicurezza piste - Carosello 3000 e Mottolino Fun Montain.

Le attività intraprese dai protagonisti di questa edizione, così come le precedenti, potranno essere seguite sul sito (www.ragazziontheroad.it) e sui profili social ufficiali dell'Associazione: Facebook "Ragazzi On The Road", Instagram @ragazziontheroad"e sul canale YouTube "Ragazzi OnTheRoad".


Per info Media e Tv: 
Alessandro Invernici
+39 340 3056575 
Vicepresidente Associazione Socio Educativa Ragazzi On The Road

www.ragazziontheroad.it
Facebook: Ragazzi On The Road
Twitter: @OnRagazzi
Instagram: ragazziontheroad
Youtube: Ragazzi OnTheRoad


Comunicato stampa del 25-08-2020

TAG
Livigno, Ente del Turismo, Piccolo Tibet, Ragazzi On The Road