press-goup | The Digital Press Office
 

CantSkipHopeÖ Start Planning

Il Portogallo continua la sua riapertura graduale



Oggi 18 maggio, il Portogallo fa un altro passo avanti nel processo di graduale apertura dell'economia e della vita sociale. In concomitanza con la Giornata Internazionale dei Musei, questa nuova fase sarà segnata dall'apertura, non solo dei musei, ma anche di tutte le altre strutture culturali, come monumenti, gallerie d'arte, centri interpretativi, palazzi e chiese. Da oggi si apriranno anche ristoranti, caffè, pasticcerie, terrazze e stabilimenti commerciali fino a 400 metri quadrati.

Questo sarà quindi il secondo momento di apertura graduale e controllata, dopo che il 4 maggio, negozi locali, librerie, parrucchieri, centri di bellezza, biblioteche, attività nautiche, campi da golf, taxi, noleggio auto e alcuni servizi pubblici e trasporti avevano già aperto le porte, con risultati molto positivi. La curva epidemica in Portogallo è continuata a calare, rafforzando la fiducia e la sicurezza nelle misure che vengono attuate a partire da oggi 18 maggio, così come in quelle previste per le fasi successive. 

Continueranno a sussistere le rigide e rigorose norme di sicurezza sanitaria stabilite nel paese dalla Direzione Generale di Salute, come l'uso obbligatorio di mascherina, il mantenimento di una distanza minima di due metri tra le persone, pulizia frequente delle mani dei dipendenti, dei visitatori o dei clienti, nonché le superfici e gli spazi, che manterranno limiti nella loro capacità. Nei ristoranti e luoghi simili, la ventilazione e il frequente rinnovo dell'aria saranno aspetti prioritari e tutti gli elementi decorativi saranno rimossi dai tavoli. Si consiglia inoltre di prenotare anticipatamente il tavolo e i pagamenti dovranno preferibilmente essere effettuati da processi contactless.

Al fine di continuare a garantire la fiducia di tutti nella destinazione turistica e nell'offerta nazionale, Turismo de Portugal ha creato il marchio "Clean & Safe", che distingue le attività turistiche che garantiscono il rispetto dei requisiti di igiene e pulizia per la prevenzione e il controllo del Covid-19 e altre possibili infezioni in conformità con le raccomandazioni della Direzione Generale di Salute. Questo marchio copre l'intera catena del turismo, comprese strutture alberghiere ed extralberghiere, società di animazione turistica e i ristoranti, che in parallelo hanno implementato protocolli specifici per i diversi tipi di servizi.

L'elevata adesione delle aziende, con più di 4.000 marchi già disponibili, mostra in modo molto significativo l'impegno delle aziende portoghesi ad accogliere i turisti in modo sicuro.
L'apertura della stagione balneare, che inizierà il 6 giugno, segnerà una nuova fase di ripresa dell'attività. Fino ad allora saranno in vigore le regole che devono essere rispettate e che passeranno attraverso la limitazione massima dei bagnanti per spiaggia, una situazione che non comprometterà il godimento delle spiagge portoghesi, in quanto è possibile trovare sabbie estese e più di 850 km di costa atlantica. La sorveglianza sarà rafforzata al fine di garantire un rigoroso rispetto delle norme.
Durante questa fase si procederà anche all'apertura di altri servizi e stabilimenti commerciali, segnando così un altro passo verso una normalità nella vita sociale ed economica del paese.

Rimangono aperte le frontiere aeree con i paesi dell'UE, ad eccezione della Spagna e dell'Italia, nonché del Regno Unito, della Norvegia, dell'Islanda, del Liechtenstein, della Svizzera, degli Stati Uniti, del Canada, del Venezuela, del Sudafrica, del Brasile e di restanti paesi di lingua portoghese. Tuttavia, ci sono limitazioni nel traffico aereo derivanti dalla riduzione del trasporto aereo, che verrà ripristinato gradualmente. L'ingresso in Portogallo non richiede un soggiorno in quarantena.

Grazie a misure chiare e obiettive, implementate molto presto, il Portogallo è in grado di posizionarsi come esempio internazionale nel controllo e nello svolgimento della situazione pandemica. La strategia attuata in materia di sanità pubblica, il sostegno alle imprese e anche il rigoroso rispetto da parte dei cittadini e delle imprese, le istruzioni e le linee guida emanate dagli enti governativi, hanno contribuito notevolmente alla situazione attuale.

La migliore destinazione del mondo rimane autentica, diversificata, attraente, inclusiva e sicura. Continua lo scopo e l'impegno da parte del Portogallo di ricevere bene e garantire che tutti coloro che visitano il paese possano visitarlo in modo sicuro e con fiducia. 

È ora di dire #CantSkipHope... Start planning.


Comunicato stampa del 18-05-2020

TAG
Turismo de Portugal, Ente del Turismo, Portogallo, Covid19, pandemia, destinazione, turismo, sicurezza, viaggiare, igiene, travel